forse perché

Si vota nelle scuole e non negli uffici del comune o della provincia o della regione. certo lo si fa per ovvie ragioni. a me fa sempre un certo effetto entrare in una scuola elementare per esprimere il mio voto. forse perchè nelle scuole elementari ci sono cresciuta, mia madre insegnante. in una scuola elementare si ammorbidisce il pensiero, tu ritorni piccolo e ti aggiri nei corridoi a guardare in alto i disegni firmati da maria, marta, dario… le cartine geografiche e gli alfabeti… una bambina dice alla madre “aspetta fammi vedere ancora una volta il mio vecchio cortile”. il mio vecchio cortile.
che ognuno possa sentirsi parte di questa Italia e con fierezza.
così entri nel bugigattolo dopo aver osservato le meticolose operazioni che precedono: due impiegati per copiare numero per numero lettera per lettera data ora dai duoi documenti.
in lombardia ricevo 3 fogli rettangolari. una marea di simboli. qui non puoi non fare una scelta responsabile. fuori dalla stanza qualcuno ancora si attarda a leggere i nomi sulle liste e si chiede che cosa sarà mai questo o quel partito.
io m’immagino a ridere, forse dentro davvero rido, alla lettura dei nomi più disparati. quando trovo “pirati” mi viene il dubbio che sia l’effetto dell’azione di un hacker. ma poi sollevo bene i tre foglioni di carta e mi dico no, questa è carta. li guardo attentamente uno ad uno. ebbene sì, ci sono i Fare, ci sono i cinque stelle, i verdi, i monti e anche i pirati.
democrazia è anche questo, dicono. ma a me tutto questo dà un senso strano di nausea. come faccio io a farmi un’idea prima di venire qui.
non puoi non fare una scelta responsabile. ancora una volta ti guardi in alto. pensi chissà, c’è una telecamera? se potessi fotografarmi queste schede… non lo so perchè non me lo chiedete perchè le vorrei fotografare. forse perchè mi fanno anche ridere quando non c’è niente da ridere.

rivedi chi ha votato la repubblica e i referendum e tutte le volte che sei entrata in un bugigattolo del genere e allora, va bene, scrivi la tua decisione, quella che avevi preso, responsabile. che sia la volta buona e che mi possa sentire in un ufficio comunale allo stesso modo, un po’ più fiduciosa e un po’ più positiva sul futuro di questo Paese.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s