Yoga

La prima volta ho seguito una lezione di yoga in una palestra. La frequentavo tutti i giorni per nuotare o per fare quello che si chiamava “atletic circuit”, dove ho conosciuto carmen, che poi è diventata una mia grande amica.

Tornai a casa pensando che non fosse roba per me. In effetti quella, oggi mi ricordo, non fu una sessione di yoga. L’insegnante neanche ti guardava in faccia ed eravamo tutti accalcati l’uno sull’altro. Mi guardavo intorno per capire che cosa stessimo facendo a testa in giù.

Quando qualcuno mi chiede indicazioni per cominciare “a fare yoga”, mi sento come in questo momento, indecisa se continuare a raccontare tutta la storia o se – finalmente – lasciare andare. Sono convinta che la mia storia e i consigli che potrei dare non abbiano in realtà nessun valore per gli altri se non di colmare una curiosità.
Con l’intenzione, ognuno può trovare la sua strada Yoga da solo. Ognuno può avvicinarsi a questo mondo e riceverne la massima forza solo ascoltando i propri bisogni.

Come nei viaggi più belli, che vanno fatti senza guida turistica.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s